APPUNTI DISORDINATI A STELLE E STRISCE DI UNA DONNA TRICOLORE NEL SUO VIAGGIO DI UNA VITA







martedì 17 settembre 2013

riconoscente vostra sempre

Da che ho una figlia tutti si sentono intitolati a mostrarmi le foto dei loro figli, nipoti, cugini, vicini di casa..ora, per carita che meraviglia, ma a me i bambini di massima non piacciono molto (a parte la mia of course) e di essere ammorbata con mille e mille foto di infanti che non conosco non e' che mi dia grandi gioie, quindi per dio fatemi vedere che so, qualche bell'omino, un'isola tropicale, un piatto di riso cozze e patate??!!

4 commenti:

  1. Ok, allora non ti manderò la foto di Tegolina, ho capito!
    ;)

    RispondiElimina
  2. Ahahahaaa hai proprio ragione!!!

    RispondiElimina
  3. ahahaha che ridere questo post! e' la seconda volta che il web mi scaraventa nel tuo blog come risposta alle mie domande assurde tipo: "nostalgia famiglia italia-vivere in USA"... mi sa che abbiamo una storia simile solo che tre anni fa quando scoprii di aspettare il mio pupone e' stato il mio lui a fare il salto USA-Italia...e ora pensiamo di riattraversare l'oceano alla volta di NY. E io mi tormento con mille domande e cerco risposte su google..mah...
    Anyway, complimenti per il blog, ho dato un'occhiata veloce e ci e' scappata qualche risata!

    RispondiElimina
  4. Alessandra ma che ci stai a fare in questo paese morto e defunto?
    Aspetti che tuo figlio sia in età da lavoro per fargli capire che hai deciso di vivere nel paese peggiore che ci sia al mondo?

    Scappa finchè sei in tempo, perché qui presto qualcosa di brutto succederà di sicuro, o forse gli italiani amano vivere in paese che li prende in giro e li porta alla rovina?

    RispondiElimina